Informarsi aiuta la democrazia

Mentre le testate tradizionali lottano per la sopravvivenza, anche in Svizzera nascono soluzioni ‘digital only’.

Leggendo l’articolo di qualche settimana fa, qualcuno di voi avrà pensato che nel mare magnum del giornalismo, delle sue tante forme contemporanee e delle continue crisi, a passarsela bene sono i siti di informazione nativi digitali. Loro sì che sanno come muoversi con redazioni giovani, tecnologiche, snelle e costi di produzione ridotti rispetto alla grande macchina dei giornali. Non è così, anche qui vale la filosofia del bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto e, dopo i primi successi e le prime intuizioni pionieristiche, qualcosa inizia a scricchiolare. È di queste settimane la notizia che Buzzfeed, sito di informazione e intrattenimento con sedi in tutto il mondo, 300 milioni di dollari di ricavi nel 2018, taglia il 15% dei posti di lavoro, circa 250 dipendenti su un totale di 1’450. Una notizia che si somma ai tagli nella divisione media di Verizon e a Vice Media e per cui c’è già chi, come Il Sole 24 Ore, parla di un «bagno di sangue per i media digitali». In un attimo si sono polverizzati un migliaio di impieghi e si teme non saranno gli ultimi.

Qui trovate l'articolo completo di Natascha Fioretti apparso su Ticino7 dell'8 marzo.

Agenda

Einsendeschluss: Freitag, 4.1.2019

Preisverleihung: Mittwoch, 24.4.2019

Leggi tutto

Donnerstag, 25. April 2019

Politforum Käfigturm, Bern

Leggi tutto

Mittwoch 8.05.2019, 13h30, Bern

Leggi tutto

Jahrestagung 2019: 10. Mai, 12.30 Uhr, Bahnhofbuffet Olten

Leggi tutto

Mittwoch, 22. Mai 2019, 18 Uhr

im Restaurant Neumarkt in Zürich

Leggi tutto

Anmeldefrist: 31.03.2019

Preisverleihung: 5.06.2019

Leggi tutto

Am Samstag, 29. Juni 2019 findet das traditionelle Fussballturnier der Redaktionen in Marly statt.

Leggi tutto